Eiaculazione precoce “occasionale”

Non sempre l’eiaculazione precoce è un disturbo che si realizza durante ogni rapporto sessuale: a volte può infatti capitare che questa situazione sia solo sporadica, magari associata ad un determinato tipo di partner oppure a una condizione quotidiana stressante.

È quindi molto importante riuscire a definire se effettivamente si soffra di eiaculazione precoce oppure se il disturbo è semplicemente dovuto a concause passeggere e comunque estraibili dal contesto sessuale specifico. L’eiaculazione precoce, infatti, ha natura o di tipo organico o di tipo psicologico, ma nell’insieme possono concorrere anche ulteriori problematiche, anche patologiche (diabete, ecc.), che spingono l’uomo ad avere un’eiaculazione veloce ed incontrollata.

Quindi il primo passo da fare è quello di capire se effettivamente si tratti di un’eiaculazione precoce vera e propria oppure se sia solo un’eiaculazione precoce “occasionale”. Tre ottimi parametri per definire una linea di demarcazione fra la disfunzione cronica e quella occasionale sono:

– persistenza e ricorrenza: se durante l’atto sessuale, l’eiaculazione precoce si presenta con ritmo consecutivo e persistente, allora è probabile che ci si trovi dinanzi ad un problema di tipo cronico;

– brevità della stimolazione: interessa il tempo necessario per la stimolazione del pene e soprattutto del glande affinché si presenti una situazione di eiaculazione precoce. Più breve sarà questo lasso di tempo, maggiormente il soggetto potrà essere affetto da eiaculazione precoce cronica In genere però, si definisce “giusta” l’eiaculazione che avviene dopo 5 – 6 minuti a seguito della penetrazione in vagina;

– aspetto psicologico: riguarda la volontà del soggetto di posticipare l’eiaculazione, ma senza successo. Come in un circolo vizioso, chi vive male l’aspetto del controllo sul proprio corpo, può trovarsi “preda” dell’eiaculazione precoce come sintomo di ansia da prestazione e simili.

Chi, invece, non si ritrova nella definizione di questi tre parametri, generalmente può affermare di soffrire di eiaculazione precoce solo occasionalmente. A questo punto, sarà cura del soggetto, anche aiutato da un professionista, riuscire ad evidenziare quali siano le cause che determinano il non controllo della propria eiaculazione.

Cause dell’eiaculazione precoce occasionale

Fra le cause dell’eiaculazione precoce occasionale possiamo ritrovare potenziali fattori emotivi, magari afferenti a nuove situazioni come il cambio di partner, oppure ad una forte attrazione sessuale che non permette di controllarsi appieno. Anche una frequenza sessuale diminuita può concorrere a smorzare i tempi di eiaculazione e ad accelerare il rapporto sessuale.

Inoltre, se è vero che la salute comincia da tavola, anche l’abuso di cibi con additivi e acidi grassi trans (trans fatty acids) e l’abuso di alcolici possono essere cause dell’EP. C’è poi il fattore stress, che non consente all’uomo di vivere liberamente il proprio rapporto sessuale poiché occupato mentalmente in incarichi, pesi e responsabilità.

Per eliminare ogni dubbio in merito alla propria situazione, consigliamo, come sempre, si rivolgersi ad un medico specializzato in modo da effettuare gli accertamenti del caso e dissipare ogni incertezza.